Pagine

Panini dolci di mais e kamut con uvetta

Innanzitutto scusate per le foto. Non è che prima fossero granchè ma almeno non erano così sgranate.. non so cosa sia successo, mi sa che blogger è impazzito..!
Questa ricetta è nata dalla mia voglia di qualcosa di morbido, confortante e lievitato che mi aspettasse per colazione.
Ho riunito qui degli ingredienti che mi piacciono un sacco, e altri che ho voluto provare:
La farina di mais: l’avevo già provata nei crackers, è una farina che ho cominciato ad usare recentemente.  Adoro quel suo colore così giallo che appaga la vista ancor prima del gusto! E il cui profumo e sapore inconfondibile!
La farina di kamut: la conoscevo di nome, ma mai provata. Ultimamente la guardavo sugli scaffali delle farine al supermercato, indecisa se prenderla o no. Finora è sempre stato no. Poi  la bravissima Federica del blog Note di Cioccolato mi ha suggerito di provarla per dei crakers (li farò!) e allora mi è venuta voglia di comprarla.. e poi..  l'ho provata in questa ricetta.
Le uvette: non hanno certo bisogno di presentazioni, per me eccezionali dentro ogni impasto dolce!
Lievito madre: è tanto che girando per i blog vedo le realizzazioni di questa pasta madre con i più svariati metodi. Quando ho deciso di fare i Sourdough bisquits per il contest “Cucina per il Cow boy”, ho realizzato il mio primo lievito madre seguendo una ricetta un po’ diversa da quella che ho visto in giro (la trovate nel post dei Sourdough bisquits), ma ha funzionato! Ne ho conservato un po’ e l’ho messo in questi panini… mi sa che ora non smetterò più di usarlo, è fantastico! Certo, occorre nutrirlo periodicamente, praticamente è come se mi fosse nato un altro figlio, ma ne vale assolutamente la pena!! Ecco il "bambino"...


Ed ecco la ricetta per circa 10-12 panini:
100 gr lievito madre
100 gr di farina di kamut
100 gr di farina di mais
100 gr di latte freddo
25 gr di olio vegetale
100 gr di zucchero di canna
40 gr di uvette ammollate in acqua e ben asciugate
1 pizzico di sale fino o Flor de Sal

In una ciotola unire i latte freddo di frigo al lievito anch’esso freddo di frigo e mescolare. Aggiungere l’olio e lo zucchero sempre mescolando. Unire poi pian piano le farine e il pizzico di sale (io ho usato il Flor de Sal de l’Algarve) aggiungere le uvette e impastare brevemente solo per amalgamare bene gli ingredienti.
Formare un panetto che lascerete lievitare almeno 8 ore (io tutta la notte).
Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e formate delle palline che disporrete sulla teglia foderata con carta forno. Lasciatele lievitare altre 3-4 ore.

Pre riscaldare il forno a 180°C (forno statico) e cuocere per 15-20 minuti circa.
GNAM!!




17 commenti:

  1. Ciao cara Francy, anche io da poco ho sfornato dei morbidissimi panini ma sono i classici burger americani,che faccio molto spesso ma ancora devo postare.
    Comunque non ci pensare alle foto: quello che vale é il contenuto, che é sempre appassionato, ricco e pieno di particolari sempre dettagliati.
    Il lievito madre é una bella esperienza:mi ci sono cimentata ma non mi soddisfa ancora. E' impegnativo, ma sicuramente da delle belle soddisfazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonietta, attendo allora presto il post dei panini per burger, mi piacciono molto e magari si prestano anche a qualche variante del tipo "integrale"!! il LM è sì impegnativo, in effetti mi sa che per le vacanze subirà un forte colpo.. vedremo a settembre cosa riuscirò a salvare! bacioni!!

      Elimina
  2. è un vero peccato per le foto comunque non ti preoccupare perchè i tuoi panini rendono l'idea, devono essere buonissimi.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda ho un nervoso che non ti dico... peccato in effetti erano molto buoni!! bacioni!

      Elimina
  3. Ciao ho scoperto per caso il tuo blog e mi è piaciuto moltissimo. Così da oggi mi trovi tra i tuoi lettori.
    Deliziosi questi panini.
    Ciao.
    Antonella di cioccomela.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Antonella! benvenuta e a presto!

      Elimina
  4. Senti... e senza lievito madre, quando di lievito di birra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fai mezzo cubetto di lievito di birra sciolto in una piccola parte del latte della ricetta precedentemente intiepidito. bacioni!

      Elimina
  5. Curiosissimo questo starter fatto con l'acqua di bollitura delle patate, mai sentito prima. I tuoi panini sono una vera chicca con le mie farine preferite. Devo proporli al mio "gino" e vedere se fa anche lui un buon lavoro :)) Felicissima di averti contagiato con la farina di kamut, un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io l'avevo mai sentito ma mi è piaciuta l'idea e l'ho provata! sono certa che col tuo "gino" verrebbero ancor più fantastici! dal kamut poi sto scoprendo molte altre farine alternative alla 00 che mi piacciono moltissimo! bacioni e buona giornata anche a te!

      Elimina
  6. che buoni complimenti davvero

    RispondiElimina
  7. mai usato il kamut, ho iniziato da poco con il farro, proverò anche il kamut, vedo che si ottengono ottimi risultati, baci

    RispondiElimina
  8. Molto laboriosa la ricetta ma ne vale la pena!sei stata bravissima!!!!Il kamut lo uso spessissimo il lievito madre invece ancora mai provato!!!un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche per me il LM è una scoperta...! bacioniiii!!

      Elimina

Ditemi la vostra!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...